Disturbi dell’umore: cosa sono?

disturbi dell'umore

I disturbi dell’umore sono delle sindromi che coinvolgono la sfera psicologica dell’individuo e ne influenzano la qualità della vita. I disturbi più frequenti, o dei quali avrai sentito parlare maggiormente: sono ansia e depressione. Sebbene possano spaventare, bisogna ricordare che si tratta di malattie curabili e per le quali è previsto un recupero totale della qualità della vita. In Italia l’ 1,8% della popolazione soffre di disturbi depressivi maggiori, mentre il 4,3% soffre di almeno un disturbo depressivo (approfondisci cliccando qui).  Inoltre, si calcola che un individuo su cinque possa soffrire almeno una volta di episodi depressivi nel corso della vita, con un rapporto di uno a tre tra disturbi di tipo bipolare/unipolare.

Si possono distinguere due macro-categorie di disturbo dell’umore.

 

I disturbi depressivi (o distubi unipolari) sono caratterizzati da umore depresso e sono accompagnati da: sentimenti di tristezza, senso di colpa e apprensione; si ha la sensazione che tutto non abbia più valore; si tende ad isolarsi; si diventa apatici; si perde interesse per le attività quotidiane; si verificano disturbi del sonno (per qualità e quantità) o dell’appettito; si avverte un calo del desiderio sessuale. La durata e l’intensità di questi sintomi possono variare: possono presentarsi con episodi acuti e della durata non inferiore alle due settimane, oppure si può soffrire di umore depresso per lunghi periodi di tempo senza frequenti episodi di particolare intensità. I disturbi depressivi sono caratterizzati dalla tendenza ad avere il tono dell’umore regolato solo sul “polo” depressivo e non si presentano episodi maniacali.

disturbi bipolari hanno invece la caratteristica di svariare tra episodi depressivi e fasi di eccessiva euforia o irritabilità. I sintomi delle fasi non depressive si possono descrivere così: si è più attivi nel lavoro, nelle interazioni  sociali e nei rapporti sessuali; si ha un’ insolita loquacità (si parla anche più rapidamente); si ha l’impressione che i pensieri “vadano più veloce”; si sente meno il bisogno di sonno; sia ha un’elevata autostima; ci si distrae più facilmente; ci si sente maggiormente coinvolti nell’intraprendere attività piacevoli, ma potenzialmente dannose.

Come detto, questi disturbi sono perfettamente curabili. Negli anni passati le cure erano quasi esclusivamente orientate all’utilizzo di farmaci, più di recente si ricorre con maggior frequenza alla psicoterapia.

Quando i sintomi che abbiamo descritto finora incidono sulla qualità della tua vita, dalle prestazioni lavorative ai rapporti sociali, il consiglio è quello di contattare uno specialista che sicuramente può risolvere il problema in modo stabile e duraturo. Per episodi più sporadici e di intensità minore, ma che comunque avverti come un fastidio, potresti valutare di ricorrere all’integrazione alimentare. Ci sono infatti dei prodotti naturali e fitoterapici, come la Rhodiola che possono contribuire a migliorare il tono dell’umore, mentre per migliorare la qualità del sonno si può certamente integrare la Melatonina.

Vieni a parlarne in Farmacia, sapremo trovare insieme la soluzione più efficace per te.

Pace e salute!

 

Lascia un commento

Chiudi il menu